Nikkei colpisce 18-e-un-metà-anno alta, Europa bordi superiori

 

Londra (Reuters) – azioni europee bordati superiore su mercoledì come investitori atteso con ansia freschi colloqui volti a evitare un default greco, mentre il dollaro ha tenuto maggior parte dei guadagni del giorno precedente sulle prospettive dei più alti tassi di interesse negli Stati Uniti.

Titoli di stato tedeschi produce taglio inferiore in un segno di attenzione che lo stand-off a volte acrimoniosa tra Grecia colpite dal debito e i suoi creditori potrebbe ancora rivelarsi difficile da risolvere.
“Abbiamo davanti un giorno molto importante e potrebbe essere una giornata volatile,” ha detto stratega KBC Piet Lammens. “È chiaro che non è ancora un affare fatto. Sarà una giornata Grecia-guardando, guardando le voci e commenti da questi incontri”.

Il primo ministro greco Alexis Tsipras si incontreranno i capi della Banca centrale europea, fondo monetario internazionale e la Commissione europea a Bruxelles prima di una riunione dei ministri delle finanze di zona euro alle 1700 GMT.Forex-8

Ministro dell’economia della Grecia, George Stathakis, detto “due o tre” elementi è rimasto da liquidare, se concessioni offerte di Atene, tra cui aumento delle tasse e contributi pensionistici, siamo stati accolti con cautela dai leader del blocco all’inizio di questa settimana.

L’indice FTSEurofirst 300 paneuropeo rosa 0,14 per cento nel commercio iniziale, estendendo l’ascesa di martedì a massimi di tre settimane. Condivisioni di greci, tuttavia, è caduto 2,1 per cento.

Azioni precedenti, Asian guadagnava modesti guadagni. Indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico fuori dal Giappone barrata 0,2 per cento. Una stretta intorno ci avrebbe portato guadagni nel corso degli ultimi sei sessioni di circa il 3%.

Nikkei del Giappone chiuso in crescita dello 0,3 per cento per colpire il suo livello più alto dal 1996, sollevato dalla prospettiva di un accordo sulla Grecia e segni di una ripresa della crescita economica giapponese.

Tedesco decennale Bund rendimenti, il benchmark di basso rischio per la zona euro, oneri finanziari, sono scesi 1,1 punti base a 0,86 per cento. Essi sono aumentati circa 10 bps questa settimana come ha rinforzato le aspettative di un accordo sulla Grecia.

I rendimenti delle obbligazioni decennali italiani e spagnoli, visto vulnerabili al contagio della crisi di Grecia, spuntato fino a 2.13 e 2.12 per cento rispettivamente.

Nel mercato dei cambi, il dollaro è sceso di 0,4 per cento contro un paniere di valute, ma tenutasi alla maggior parte dei guadagni di 1,2 per cento di martedì.

L’euro è salito a $1,1217 0,4 per cento e lo yen era 0,1 per cento a 124 al dollaro.

“Avevamo una mossa abbastanza grande up del dollaro, quindi è naturale che ci sia una pausa soprattutto con il calendario di US un po’ vuota e poco in negozio per spingere i rendimenti del tesoro più alti oggi,” ha detto Niels Christensen, strategist FX presso Nordea.

ROBUSTO

Dati economici americani robusti ha confermato le aspettative che la Federal Reserve alzerà i tassi di interesse più tardi quest’anno per la prima volta dal 2006.
Alimentato governatore Jerome Powell ha detto martedì che era pronto ad alzare i tassi di interesse due volte quest’anno purché l’economia eseguite come previsto.
I prezzi del petrolio toccò più in alto sulle prospettive della domanda americana più forte dopo l’American Petroleum Institute previsioni martedì un più grande del previsto innamorarsi di scorte di petrolio degli Stati Uniti la scorsa settimana.

Greggio Brent era ultimi 17 centesimi al barile superiore a $64,64.

Aumento delle scorte e un dollaro relativamente forte spinto oroa un minimo di una settimana. E ‘ ultimo scambiato a $1.175,73 l’oncia, fuori un minimo di $1.173,80.

(Segnalazione di Additonal da Filippo Nieri e Marius Zaharia a Londra e Wayne Cole a Sydney; Editing da Raissa Kasolowsky)